1. Per anni la dottrina italiana si è arrovellata su ammissibilità e spazi dei “controlimiti” alla prevalenza del diritto comunitario sul diritto nazionale confliggente. Gli orientamenti della Corte costituzionale circa l’esigenza di salvaguardare principi e diritti fondamentali dell’ordinamento nazionale nei confronti della Comunità europea risalgono alla sent. 27 dicembre 1965,Continue Reading

Finalità dell’indagine Nel 2004, le istituzioni europee hanno modificato la normativa che ha disciplinato l’autorizzazione all’immissione in commercio dei prodotti farmaceutici sul mercato interno per oltre un decennio. La nuova regolazione attuata con il regolamento CE 726/2004 del 31 marzo 2004 che istituisce procedure comunitarie per l’autorizzazione e la sorveglianzaContinue Reading

Abbiamo definito “coraggiosa” e “dirompente” la sentenza n. 4207 del 2005 con cui pochi mesi or sono il Consiglio di stato aveva affermato la prevalenza di norme italiane su norme comunitarie (cfr. il mio I “controlimiti” presi sul serio, in questa Rivista elettronica). Il problema nasceva riguardo alla incompatibilità traContinue Reading

Le premesse La Corte Costituzionale, con la sentenza in esame, si è pronunciata, in sede di giudizio di azione in ordine a tre ricorsi, due proposti dalla Regione Veneto e uno dalla Regione Sicilia, aventi ad oggetto l’impugnazione degli articoli 3 e 5, commi 1 e 2, del decreto-legge 4Continue Reading

Nella sentenza annotata, il Tar del Lazio interviene a ribadire che la “dislocazione” delle farmacie all’interno dei confini comunali non è libera, bensì è soggetta a una valutazione discrezionale del Comune e che questo sceglie in ragione della tutela dell’interesse pubblico locale cui è subordinata la propria azione istituzionale. NelContinue Reading

Sommario. 1. La duplice natura giuridica del servizio farmaceutico. – 2. Il problema dell’apertura degli esercizi farmaceutici oltre gli orari contingentati nelle vicende decise dal Tar Campania e dal Tar Lazio: due normative regionali a confronto. 3. I limiti alla istituzione di nuove farmacie discendenti dalla normativa nazionale: l’ “indifferenza”Continue Reading

Dopo molte ansie e preoccupazioni, la Grande Sezione della Corte Europea di Giustizia ha sancito che la normativa italiana riguardante la titolarità delle farmacie (rectius: solo i farmacisti possono possedere e gestire farmacie) non è da considerarsi in contrasto con il principio comunitario di libertà di stabilimento e di circolazioneContinue Reading

La sentenza che qui si annota brevemente costituisce un altro importante tassello – a nostro avviso – nella direzione del progressivo riconoscimento della dimensione imprenditoriale inscindibile nell’erogazione del servizio farmaceutico. Invero, i giudici amministrativi del Lazio hanno sottilineato la non incompatibilità – anzi la necessaria compresenza – delle due componentiContinue Reading

A) MISURE CAUTELARI PROVVISORIE. La recentissima ordinanza presidenziale n. 1167/2000, che si annota, costituisce la prima pronuncia del TAR Puglia, sede di Bari, in materia di misure cautelari provvisorie. Come è noto l’art. 3 della Legge 21 luglio 2000 n. 205, recante “Disposizioni generali sul processo cautelare”, ha introdotto, traContinue Reading

Il fatto La Regione Umbria bandisce un concorso per l’assegnazione della titolarità di una sede farmaceutica, precisamente della farmacia n.4 del Comune di Bastia Umbra (località Ospedalecchio). Espletata la procedura selettiva ed approvata la relativa graduatoria (7 luglio 1999, atto n.4994), due dei concorrenti si collocano ex aequo al primoContinue Reading