Direzione Scientifica:
Prof. Avv. Angelo Clarizia
Prof. Avv. Giuseppe Morbidelli

Codice ISSN:
1972-3431

Redazione:
Giustamm
redazione.giustamm@gmail.com

Editore:
Editoriale Scientifica S.r.l. editoriale.abbonamenti@gmail.com

Direttore Responsabile:
Prof. Avv. Alfonso Celotto

Iscrizione presso
il Tribunale di Roma al n. 106 del
22/10/2020

News


20/11/2018
Avvocatura: Numerose ed autorevoli pronunce si susseguono sul tema della professione forense. 



● La Corte di Cassazione (Sezioni Unite Civili 19 luglio 2018 - n. 19282), in tema di società di professionisti forensi ha statuito che l’unica disciplina applicabile alle società con partecipazione degli avvocati, sia quella di cui agli artt. 16 e seg. del DLgs. n. 96/2001.
 
● La sentenza della Corte di Cassazione ( Sezioni Unite Civili  24 settembre 2018 - n. 22437) sull'assicurazione della responsabilità civile con clausole "on claims made basis", recupera la tipizzazione di tale modello prendendo atto delle scelte legislative in tal senso, anche con riferimento alle polizze sulla responsabilità civile degli avvocati.
 
●Tocca il delicato rapporto fra diritto di sciopero degli avvocati, sotto forma di astensione dalle udienze, e diritti fondamentali della persona, declinati con riferimento al diritto dell’imputato in vinculis, la sentenza della Consulta (Corte Costituzionale 26 luglio 2018 - n. 180).
La Corte ha dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’art. 2-bis della legge 13 giugno 1990, n. 146 (Norme sull’esercizio del diritto di sciopero nei servizi pubblici essenziali e sulla salvaguardia dei diritti della persona costituzionalmente tutelati), nella parte in cui consente che il codice di autoregolamentazione delle astensioni dalle udienze degli avvocati -adottato in data 4 aprile 2007 dall’Organismo Unitario dell’Avvocatura (OUA) - nel regolare, all’art. 4, comma 1, lettera b), l’astensione degli avvocati nei procedimenti e nei processi in relazione ai quali l’imputato si trovi in stato di custodia cautelare, interferisca con la disciplina della libertà personale dell’imputato.
 
● Distingue, ai fini del riparto della giurisdizione (Sezioni Unite Civili  16 ottobre 2018 - n. 25938), il contenzioso volto ad ottenere l'adempimento di un obbligo di natura squisitamente civilistica, nascente da un contratto di prestazione d'opera professionale stipulato tra soggetti privati quale un compenso professionale, vantato dall'avvocato nei confronti del proprio cliente per prestazioni, giudiziali e non, svolte in materia tributaria, e la controversia di base, di natura tributaria, nel cui ambito le prestazioni professionali sono state svolte, ed eterogeneo rispetto alla materia, concernente i tributi di ogni genere e specie comunque denominati, che il legislatore (D.Lgs. 31 dicembre 1992, n. 546, art. 2) attribuisce alla giurisdizione tributaria.


.
 

REDAZIONE - Approfondimento tematico 22 novembre 2018*